Un bel Primo Maggio a Bruxelles

Come ogni anno il primo maggio i militanti comunisti italiani di Bruxelles hanno organizzato il loro stand sul quale sventolavano le bandiere della Federazione della Sinistra alla festa del sindacato “rosso” belga FGTB. Ogni primo maggio, a prescindere dal clima belga, la place Rouppe di Bruxelles diventa un tripudio di bandiere rosse e raccoglie moltissimi giovani e meno giovani per una festa eccezionale, tutta a sinistra, coronata sempre da un concerto finale che richiama gente anche da fuori della capitale. Trattandosi poi di Bruxelles alla festa sono presenti con i loro stand, i loro materiali e le loro specialità culinarie numerosissime nazionalità per colorare ancora di più e dare un respiro internazionalista ancora più forte alla festa del primo maggio. Per noi del circolo PRC “Enrico Berlinguer” e i compagni PdCI di Bruxelles è una occasione unica per farci conoscere sia dalla realtà cosmopolita bruxellese, che è sempre interessatissima a saperne di più su di noi e a discutere dell’attualità italiana, sia dai tanti italiani che, per le ragioni più diverse, si sono trasferiti in Belgio. Molti di questi sono piacevolmente sorpresi di sapere e toccare con mano che esiste un gruppo di comunisti italiani a Bruxelles che lavorano unitariamente. Lo stand quest’anno poi è stato rinnovato e abbiamo “ampliato” la nostra offerta vendendo libri, magliette, gadget e tanta birra. Abbiamo anche distribuito tantissime copie di “Aurora” (www.aurorainrete.org), il giornale che pubblichiamo periodicamente insieme ad altri compagni sparsi per l’Europa. Che dire? L’iniziativa è stata un vero successo, come e più degli altri anni: abbiamo parlato con decine di persone di moltissime nazionalità diverse, abbiamo discusso, ci siamo confrontati, abbiamo rafforzato i gemellaggi che abbiamo con altri partiti che qui a Bruxelles hanno una presenza, abbiamo distribuito tanto materiale, abbiamo venduto abbastanza per guadagnare qualche soldo e pagare l’affitto della nostra sede e ci siamo anche divertiti parecchio. Sono momenti come questi che ricaricano le batterie per andare avanti in una situazione come quella che conosciamo con tutte le difficoltà delle quali siamo ben consapevoli. Siamo tutti tornati a casa stanchi ma raggianti e con tanta voglia di rivedersi e di mettere in piedi altre iniziative.
Uncategorized, , , , , , , , , , Permalink

Leave a Reply