“Taboo” contro l’estrema destra

CHARLEROI- Sabato, un piccolo gruppo di studenti si è recato al centro Taboo per ascoltare Zoé Blusztein, che ha loro raccontato il suo itinerario di bambina ebrea nascosta. Per Zoé Blusztein, la guerra esplode come un temporale, in maniera inattesa.. A otto anni, la bimba,viziata dai suoi genitori, obbligati a scappare dalla Polonia antisemita 10 anni prima, una mattina osserva tranquillamente il rompersi dei vetri di casa sua. Lei è lontana dal pensare che a 300 metri di distanza, lo scoppio di una bomba annienta una famiglia, credendo, senza problemi, i piu' vecchi che gli nascondano la triste verità. Questo sarà l'inizio di un lungo periplo che la porterà ai 4 angoli del paese, mentre la sua famiglia sarà vittima di multlie retate. "Un giorno i miei genitori mi hanno mandato a scuola mettendomi una stella gialla sui vestiti; vedo ancora la maestra sussurrare delle parole all'orecchio della direttrice, che mi ha subito tolto la stella evitando il peggio.L'ho portata, in tutto e per tutto, 20 minuti della mia vita", racconta l'ottantenne agli studenti venuti ad ascoltarla sabato scorso durante il suo passaggio al centro Taboo. Nascosta in conventi e famiglie, Zoé conserva dei ricordi ben precisi della sua infanzia sconvolta, anche se lei oggi, afferma di non averne mai sofferto. " Il giorno del mio decimo compleanno, è stata organizzata una grande festa, e, stranamente, vi era una presenza enorme di adulti. Piu' tardi, ho saputo che questa festa era una scusa per una riunione di resistenti alla quale i miei genitori appartenevano".Al seguito di una denuncia, nel maggio del 1944, lei sarà definitivamente separata dal padre, mandato a Malines e poi ad Auschwitz. La crisi, terreno del fascismo Zoé oggi vive alla Louviere, militante comunista convinta, non dimenticherà mai il dolore provocato dal montare del nazismo. Se lei ha raccontato volentieri questo doloroso capitolo della sua vita è soprattutto per evitare che un tale disastro possa riprodursi "La crisi del 1929 ha generato i movimenti fascisti con Hitler e Mussolini. Bisogna evitare che le nuove generazioni cadano nello stesso meccanismo d'inganno, ora che delle nuove onde estremiste si propagano in differenti paesi" dice Zoé Antoine Thioux, coordinatore di Taboo, conferma un'attenzione su questo punto, organizzando un ciclo tematico di "messa in guardia" contro l'estrema destra. " L'incontro con Zoé è parte di questo ciclo" Continuiamo ad essere vittime di minacce e di degradazioni dei nostri muri da parte di gruppi di estrema destra, tra cui degli elementi presenti su liste elettorali. Fortunatamente, questi partiti, anche se sono presenti nelle nostre regioni, mancano attualmente di veri leader"
Resistenza, Permalink

Leave a Reply