Luci ed ombre per il diritto di voto alle elezioni europee dei cittadini italiani in Belgio

bandiera-italiana-con-la-copia-della-costituzione2Mancano circa 3 settimane al voto per le elezioni europee. In Belgio, i tantissimi italiani emigrati, troveranno una situazione molto variegata ai seggi. Nella circoscrizione elettorale di Charleroi, competente per tutta la Vallonia, la console Iva Palmeri e lo staff del consolato, hanno fatto un ottimo lavoro per garantire e favorire il diritto di voto dei cittadini li residenti. Infatti le operazioni di voto si svolgeranno a Charleroi, Liegi e a Mons in modo da non costringere i nostri cittadini a lunghissimi viaggi per potere esercitare il loro diritto di voto. Purtroppo lo stesso non può dirsi per la circoscrizione consolare di Bruxelles, che ricordiamo, é competente anche per tutto il Belgio del nord. Nonostante le ripetute segnalazioni, che non hanno tra l’altro ottenuto nessuna risposta, le operazioni di voto si terranno soltanto a Bruxelles. Paradossalmente le operazioni di voto a Bruxelles si terranno in due luoghi diversi. I locali del Consolato e un edificio vicino alla stazione centrale – pare per favorire l’afflusso dei connazionali dal nord del Belgio. Restiamo sconcertati dal fatto che nessuno al consolato si sia reso conto che i nostri cittadini residenti nelle Fiandre in alcuni casi dovranno percorrere anche 150 km (andata e ritorno) per esercitare il loro diritto/dovere al voto. Visto che é stato realizzato lo sforzo per organizzare i seggi all’esterno dei locali del consolato, ci chiediamo perché non sia stato possibile organizzarli in un luogo nelle Fiandre in modo da agevolare i votanti. Ribadiamo nuovamente che secondo noi, l’avere organizzato i seggi così lontani dai luoghi di residenza, impedisce di fatto l’esercizio del voto per tanti cittadini. Ci lascia anche stupefatti che nessun deputato eletto all’estero si sia interessato a questo problema e che nessuno dei COMITES sia intervenuto presso l’ambasciata. Lanciamo un ultimo appello alle autoritá consolari di Bruxelles perché pongano un rimedio a questa situazione ai limiti della costituzionalitá.
BelgioPermalink

Leave a Reply