Il capitalismo in crisi attacca i simboli….

ungheriaNell’ultimo periodo in diverse parti della civilissima Europa, il capitalismo in crisi attraverso i suoi partiti politici reazionari, ha cominciato ad attaccare i simboli e i nomi del movimento comunista internazionale e della lotta antifascista. Esemplificativo l’esempio che viene dall’Ungheria dove i compagni del Partito Comunista sono stati costretti a cambiare il loro nome, pena il carcere, e dove il Governo sta cambiando il nome a tutte le piazze, le strade ed i riferimenti al comunismo e alla lotta antifascista dell’ultimo secolo. Tutti i dettagli nell’articolo tradotto dai compagni di Marx XXI.

http://www.marx21.it/comunisti-oggi/in-europa/22306-ungheria-la-caccia-alle-streghe-anticomunista-si-scatena-nel-cuore-dellunione-europea.html

In questo contesto in Germania, la destra cattolica dell’ CDU/CSU ha presentato una proposta di legge per mettere fuori legge tutti i simboli della Germania dell’EST. A più di 20 anni dalla riunificazione tedesca (ma a noi preferiamo chiamarla annessione di fatto) il capitalismo tedesco occidentale non è riuscito a sradicare il ricordo della DDR. E adesso ci prova con una legge.

http://www.presseurop.eu/it/content/news-brief/3793901-la-cdu-vuole-proibire-i-simboli-della-rdt

Politica estera, , , , Permalink

Leave a Reply