Emergenza Terremoto

TESTATA bsaCari Compagni e Care Compagne,
come saprete lo scorso 24 Agosto alcune aree tra il Lazio, l’Umbria e le Marche é stato colpito da un devastante terremoto.
Immediatamente si sono attivate iniziative di solidarietà in Italia e all’estero.
Il Partito della Rifondazione Comunista, attraverso le sue strutture, sostiene l’intervento delle Brigate di Solidarietà Attiva.
Dall’estero, essendo antieconomico provvedere alla raccolta di materiali, consigliamo a chi volesse dare una mano, di fare un versamento al conto corrente allegato.
Su questo link potete trovare la storia di questa organizzazione.
Potete restare aggiornati sull’intervento delle Brigate seguendo anche la loro pagina Facebook 
Fraterni Saluti
Rifondazione Comunista Belgio-Olanda-Lussemburgo
Posted in Partito, Politica Italiana | Tagged , , | Leave a comment

Tesseramento 2016 – Iscriviti a Rifondazione Comunista!

tessera prc 2016

Iscriviti alla sezione di Bruxelles del Partito della Rifondazione Comunista per unirti ad un gruppo di compagni e compagne che discute, cresce collettivamente, fa azione politicae si batte l’Antifascismo, la Solidarieta’, il Mutualismo, il Socialismo.

Nel processo di trasformazione/adeguamento alla fase nuova in cui il nostro Partito è impegnato, a volte è necessario partire da atti materiali e concreti, che assumono quindi un valore simbolico. Questo tesseramento è connesso al dibattito nel Partito, al confronto con i gruppi dirigenti del territorio, esprime la volontà di instaurare una nuova relazione con iscritti e iscritte non banalizzando a mero atto burocratico l’iscrizione al nostro Partito. Continue reading

Posted in Belgio, Liegi, Partito, Politica estera, Politica Italiana | Tagged , , , , , | Leave a comment

Dibattito nel PRC

Il 4 Dicembre prossimo potrebbe essere una data importante in quanto, se il fronte del NO al referendum costituzionale dovesse risultare vittorioso, si potrebbe prospettare una ridimensionamento/caduta del Governo Renzi con possibile chiamata al voto per gli italiani in tempi brevi. E’ giunto quindi il momento per il PRC di cogliere l’occasione e prepararsi per una possibile  corsa elettorale, stabilendo le priorità e delineando prima possibile un programma politico fondato sulla lotta al libero mercato, indicando come punto fondamentale l’eliminazione del vincolo che rende illegittimi gli aiuti di stato alle aziende locali rendendo di nuovo possibile la discussione di un piano industriale a medio-lungo termine. Continue reading

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Prima gli Svizzeri. Quando l’emigrato discriminato e’ italiano

prima-i-nostri-costituzione-122401_210x210di Pietro Lunetto

Nelle prossime settimane si terra’ in Svizzera, precisamente, un referendum per sollecitare una norma che dia la priorità nelle nuove assunzioni agli svizzeri e poi agli stranieri. In questo caso gli stranieri sono sopratutto italiani transfrontalieri. Una vicenda su cui dovrebbero riflettere i tanti che vanno dietro alla retorica “prima gli italiani” diffusa dalle destre xenofobe e razziste. Abbiamo intervistato a questo proposito Massimiliano Ay classe 1982, segretario del Partito Comunista, deputato al Gran Consiglio della Repubblica e Cantone Ticino (il parlamento cantonale) e consigliere comunale della città di Bellinzona. Continue reading

Posted in Emigrazione, Politica Italiana | Tagged , , , , | Leave a comment

Manifiesta 2016 – 17/18 Settembre

feest_van_de_solidariteit_0Come di consueto, anche nel 2016, Rifondazione Comunista parteciperà a Manifiesta. Quest’anno la festa si sdoppia  e si svolgerà in due giorni.

Su questo link troverete il ricco programma di iniziative politiche, culturali e musicali.

Ci troverete come sempre nello spazio internazionale della Festa

Posted in Belgio | Tagged | Leave a comment

Uniti per il NO alla riforma costituzionale

prcNell’attesa di conoscere la data in cui i cittadini si potranno esprimere sul referendum costituzionale, continua l’impegno dei compagni e delle compagne di Rifondazione Comunista all’estero e in Italia per sostenere le ragioni del NO.

Lo stiamo facendo partecipando e promuovendo i comitati unitari nati un po’ in tutta Europa e presto anche in America Latina.

Crediamo che questo sia il momento per cercare di realizzare il massimo di unità con le altre forze politiche, sociali e associative che sostengono le ragioni del No, lasciando da parte momentaneamente gli argomenti politici che ci dividono.

Bisogna spiegare con chiarezza ai cittadini italiani all’estero le ragioni del NO, smontando le favole raccontate da Renzi e dai suoi supporter in Italia e all’estero:

Il bicameralismo non viene eliminato: il senato diventa il “dopolavoro” di alcuni consiglieri regionali, che non riusciranno a fare bene né il consigliere regionale né il senatore, ricevendo in premio l’immunità parlamentare.

La riforma non semplifica: l’iter di approvazione delle leggi passa da 1 a 10. Non sono chiare le competenze tra camera e nuovo senato, e questo comportrà conflitti di competenze tra i due organi.

La riforma non riduce significativamente i costi della politica: le spese del Senato si riducono solo di un quinto. Non era meglio dimezzare lo stipendio a tutti i parlamentari?

La riforma toglie competenze alle regioni accentrandole sul governo. Che poi significa concentrali nelle mani di un uomo solo, grazie alli’ntroduzione dei meccanismi di una legge elettorale ipermaggioritaria come l’Italicum.

La riforma non nigliora la stabilità dei governi : uno degli esempi più longevi di governo é quello tedesco, dove vige una legge elettorale proporzionale con sbarramento. Per garantire stabilità ai governi é necessario il consenso politico, che si costruisce con il confronto, non con le leggi elettorali maggioritarie che riducono gli spazi di democrazia. Poteva essere molto più efficace lo strumento della sfiducia costruttiva, come avviene in Germania.

In definitiva questa « deforma » costituzionale incancrenisce quei“vizi” italici, come le regole farraginose e la conflittualità istituzionale – cosi’ definiti dall’on. Garavini in un intervento dei giorni scorsi.

Ci auguriamo e siamo fiduciosi che i cittadini italiani all’estero diranno NO a questa riforma scritta da un governo sotto dettatura delle banche internazionali e approvata da un parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale.

Dal canto nostro ribadiamo che il miglior modo di fare progredire l’Italia e migliorare la vita di tutti i suoi cittadini rimane quello di attuare finalmente tutti i principi enunciati nella Costituzione, nata dalla lotta vittoriosa della Resistenza alla dittatura fascista.

Posted in Emigrazione, Partito, Politica estera, Politica Italiana | Tagged , , | Leave a comment

Verso il Congresso Nazionale 2016, proposte, idee e spunti di riflessione per il PRC

prcPremessa

La stagione politica europea 2016-2017 è forse la più importante del nuovo millennio: le elezioni in Germania, il Brexit, le proteste in Francia. Il PRC, dopo oltre un decennio di parziale anonimato, non ha ancora ritrovato un modo di funzionare che lo renda un vero intellettuale collettivo. Spesso si da la colpa di questo alla mancanza di risorse economiche (fatto che pure esistee) ma noi crediamo che sia invece un problema di coraggio nell’affrontare le questioni di fondo e nel non credere nel processo della Rifondazione Comunista. Il Partito che vorremmo dovrebbe essere in grado di elaborare delle proposte politiche di prospettiva. E su quelle, costruire un piano di rivendicazioni tattico, da utilizzare nella costruzione di alleanze politiche e sociali. Il tutto espresso in un linguaggio che tutti siano in grado di comprendere, dalla casalinga alla giovane adolescente. Un Partito che anteponga la formazione dei quadri e militanti al mero riempimento di caselle in un organigramma, che sia in grado di finanziarsi per intero con l’autofinanziamento e con il tesseramento, che sia in grado, attraverso i propri militanti di dialogare con il resto della galassia di associazioni, collettivi, partiti, sindacati, singoli e costruirci insieme iniziativa politica e che sia in grado di andare ad un congresso con lo scopo di elaborare una vera proposta collettiva non solo tattica ma anche strategica. Un Partito che provi a dare delle risposte concrete e immediate ai milioni di proletari che vivono le difficolta quotidiane promuovendo un’ intelligente auto-organizzazione in diversi settori di primaria importanza, che sia in grado di “sporcarsi le mani” detto in altri termini.  Usande parole vetuste per alcuni, dobbiamo ri-costruire un Partito che sia intellettuale collettivo. Ma soprattutto, un Partito che sia in grado di riconoscere e ammettere i propri errori. E da li ripartire. Continue reading

Posted in Uncategorized | Leave a comment

Università estiva del Partito Della Sinistra Europea

summer university

Care Compagne e cari Compagni, quest’anno l’università estiva del Partito della Sinistra Europea si terrà in Italia, presso Chianciano Terme. Di seguito il programma dell’iniziativa.

Per registrarsi basta seguire le indicazioni del seguente link:

http://www.european-left.org/service/download/summer-university-2016

Il ter,ine ulti,o per registrarsi é il 30 Giugno 2016

DATES

From the 20th to the 24th of July 2016

LOCATION

Chianciano Terme- Tuscany (Italy)

Hotel Santa Chiara http://www.hotel-santachiara.it

PROGRAM

 

Wednesday 20 July

Morning Arrival and accommodation

17:00 – 18:00     Opening session

Fabio Amato, EL – Rifondazione Comunista (Italy)

Maite Mola, EL vice-President – Izquierda Unida (Spain)

Haris Golemis, Transform!

Eleonora Forenza, MEP Altra Europa (Italy)

18:00   Europe, what next?

20:00   Dinner and welcome cultural activity

 

Thursday 21 July EUROPE

09:30 – 11:30     Plenary: Alliance against austerity: debt, euro-zone, for a left alternative

Connie Hildebrandt, Transform!

Fabio De Masi, MEP Die Linke (Germany)

Nikos Pappas, Minister of State of the Cabinet of Greece – Syriza (Greece)

Paolo Ferrero, National Secretary Rifondazione Comunista (Italy)

Moderator: Marga Ferré, Transform!

11:30 – 12:30     Workshops: building networks and agenda (self-organized meeting without translation)

EL Communication Working Group

13:00     Lunch

16:00 – 18:00     Plenary: The future of EU integration: the 5 Presidents’ report and the left

                         Marisa Matias, EL vice-President – MEP Bloco de Esquerda (Portugal)

Matt Carthy, MEP Sinn Fein (Ireland)

                         Maite Mola, EL vice-President – Izquierda Unida (Spain)

Neoklis SiliKyotis, vice-President of GUE/NGL – MEP Akel (Cyprus)

                         Moderators: Fabio Amato, EL – Rifondazione Comunista (Italy) & Roberto Morea, Trasform!

18:00 – 20:00     Two seminars:

  •                          EL-FEM Feminists fighting back right wing attacks on women rights

coordination: Judith Benda, EL – Die Linke (Germany)

 

  •                          Europe between hope and fear, the challenge of the left and the nightmare of the far right

Yannis Bournos, EL – Syriza (Greece)

Gilles Garnier, EL – PCF (France)

Joanna Gwiazdecka, Rosa Lux. Foundation Warsaw (Poland)

Moderator: Mario Candeias, Rosa Lux. Foundation

20:30     Dinner

21:30     Cultural activity

 

 

Friday 22 July LABOUR

09:30 – 11:30     Plenary : Against precariousness and unemployment: working time reduction

Pierre Laurent, EL President – National Secretary PCF (France)

FIOM CGIL (Italy)

Benjamin Pestieau, member of the PTB Bureau (Belgium)

Verveine Angeli, Solidaire (France)

Moderator: Roberta Fantozzi, Responsible of Economic policies Rifondazione Comunista (Italy)

 

11:30 – 12:30     Workshops: building networks and agenda (self-organized meeting without translation)

EL Public Services Working Group

EL-FEM Network

13:00     Lunch

16:00 – 18:00      Plenary: TTIP and the others. Trade liberalization and social, environmental and human rights

Eleonora Forenza, MEP member of International Trade committee – Altra Europa (Italy)

Adoracion Guzman, Transform!

Hanna Sarkkinnen, MP Vasemmistoliitto (Finland)

Monica Di Sisto, Fairwatch vice-President

Moderator: Natasa Theodorakopoulou, EL – Syriza (Greece)

 

18:00 – 20:00     Two seminars:

  •                          EL-FEM Feminist critique of neoliberal economy and the places it assigns to women: strategies against impoverishing women

coordination: Hilde Grammel

 

  •                          Collective bargaining and reconstruction of industry policy in Europe

Domenico Moro, author of Globalization and Industrial Decadency

Paloma Lopez, MEP Izquierda Plural (Spain)

Loudovikos Kotsonopoulos, Transform!

Moderator: Maxime Benatouil, Espace Marx (France)

 

20:30      Dinner and visit of Siena

 

 

Saturday 23 July PEACE

09:30 – 11:30     Plenary: Migrants, refugees and wars

Jan Kavan, former President UN General Assembly (Czech Republic)

Asli Aydin, EL – ODP (Turkey)

Heinz Bierbaum, Die Linke (Germany)

                        Nektarios Bougdanis, member of the Secretariat of the Foreign Policy Department – Syriza (Greece)

Moderator: Inger Johansen, EL – Red-Green Alliance (Denmark)

 

11:30 – 12:30     Workshops: building networks and agenda (self-organized meeting without translation)

13:00     Lunch

 

16:00 – 18:00     Two seminars:

  •                          EL-FEM The global humanitarian crisis: women trapped between (civil) wars and European border regimes

Coordination: Christiane Reymann & Birge Krondorfer

 

  •                         EU neighbours policy and NATO expansion

Claudia Haydt, EL – Die Linke (Germany)

Veronika Susova-Salminen

Inna Shupak, EL – MP Party of Communists of the Republic of Moldova

                        Moderator: Giovanna Capelli, EL – Rifondazione Cominsta (Italy)

 

18:00 – 20:00    Plenary: Conclusions of the Summer University For a socialist, ecologist, and feminist alternative

Pierre Laurent, EL President – National Secretary PCF (France)

Alberto Garzon, Izquierda Unida coordinator (Spain)

Paolo Ferrero, National Secretary Rifondazione Comunista (Italy)

Eleonora Forenza, MEP Altra Europa (Italy)

Monica Valente, Foro de Sao Paulo Executive Secretary – PT (Brasil)

Marco Revelli, Altra Europa con Tsipras (Italy)

Connie Hildebrandt, Transform!

Panos Rigas, Syriza (Greece) TBC

 

20:30     Dinner

21:30     Concert

 

Sunday 24 July departure

 

 

 

***

Working languages: English, French, Italian

Plenaries and seminars: Professional translation. Workshops: Militant self-organized translation.

 

***

 

HOW TO REACH CHIANCIANO TERME

 

Shuttle bus transportation will be provided from all Rome airports (Fiumicino and Ciampino) to Chianciano Terme the 20th of July, and the 24th of July. 

The 20 of July, the last shuttle from Rome airports is planned at 3 pm, to arrive in Chianciano Terme before the Opening Session of the Summer University.

 

Shuttle bus transportation could be provided also from Pisa airport and from Florence to Chianciano Terme on arrival the 20th of July, depending on the number of participants arriving in these cities.

 

Alternatively, please find more details as follows:

 

How to arrive from Rome – Fiumicino airport:

–          take the “Leonardo express” train to “Roma Termini” train station

–          then, take the “regionale veloce” to “Chiusi-Chianciano Terme” train station.

 

How to arrive from Rome – Ciampino airport:

–          take the “Terravision” bus to Roma Termini Rail Station

–          then, take the “regionale veloce” train to “Chiusi-Chianciano Terme” train station.

 

How to arrive from Florence airport:

–          take the “Vola in bus” to the “Santa Maria Novella”  Florence’s train station

–          then, take the “regionale” train to “Chiusi-Chianciano Terme” train station.

 

How to arrive from Pisa airport:

–          take the “PisaMover” bus to the Pisa’s central train station

–          then, take the “regionale” train to the “Santa Maria Novella”  Florence’s train station

–          then, take the “regionale” train to “Chiusi-Chianciano Terme” train station.

 

From “Chianciano Terme” train station there is a public bus service which reaches the city center in no more than 20 minutes.

 

 

PARTICIPATION FEE

The participation fee includes transport from Rome and back (on the 20th and the 24th), all events in Chianciano Terme, full board (breakfast, lunch and dinner) and accommodation in a three stars hotel.

 

200 euro in single room (50 euro per day per person)

160 euro in double room (40 euro per day per person)

140 euro in triple room (35 euro per day per person)

120 euro in triple room for students and unemployed (30 euro per day per person)

 

Daily visitors are of course also most welcome!

 

 

To register please follow this link:

http://www.european-left.org/service/download/summer-university-2016

 

 

The deadline for registration is 30 June 2016

 

Contact:

elsummeruniversity2016@gmail.com

Continue reading

Posted in Formazione/Autoformazione | Tagged , | Leave a comment

Conférence-débat ‘Dessine-moi l’Europe du sud : l’Italie

jaquemotteL’Italie, plombée par une dette publique importante et un système bancaire fragilisé, inquiète les observateurs. S’il a récemment condamné la logique austéritaire à l’œuvre en Europe, Matteo Renzi, le Président du Conseil, a néanmoins initié un programme d’austérité budgétaire et de réforme du marché du travail.
Après les sombres années du berlusconisme, le paysage politique italien a subi une profonde recomposition, voyant notamment l’avènement du “Mouvement 5 étoiles” de Beppe Grillo dont la candidate est arrivée en tête aux municipales à Rome. Les doutes perdurent sur la stabilité politique du pays à l’approche du referendum sur une importante réforme limitant les pouvoirs du Sénat, à l’issue duquel Renzi a juré de démissionner en cas d’échec.
Quelles luttes traversent l’Italie d’aujourd’hui? Quelles perspectives d’avenir pour la péninsule?

Par Pietro Tosi, animateur en éducation permanente, licencié en philosophie politique et militant de Rifondazione Comunista.

Il 20 Giugno alle ore 19.30 presso il Pianofabriek, Rue du Fort, 35, 1060 Saint-Gilles

Posted in Belgio, Partito, Politica Italiana | Tagged , | Leave a comment

Incontro con Marisa Matias (Bloco de Esquerda Portoghese)

AfficheA3_21juin2016_bannièreFB-1VEGA, en association avec le Mouvement de Gauche, Podemos-Belgique, IU Bruxelles, et le Parti de la Rifondazione comunista Belgique

invite à un dialogue à bâtons rompus

avec Marisa Matias,
députée européenne du Bloco de Esquerda, Vice Présidente du Parti de la Gauche européenne,

« Les défis de la gauche au Portugal et en Europe »

Mardi 21 Juin, à 19 :00, au Garcia Lorca (rue des Foulons 47 à 1000 Bruxelles)

Le dialogue avec Marisa portera sur son engagement politique, sur la construction de son parti, le Bloco de Esquerda, qui a poussé l’adoption du Manifeste Ecosocialiste par le Parti de la Gauche Européenne, sur l’actualité du gouvernement actuel de gauche au Portugal, et sur des défis de la gauche en Europe en ces moments de fortes turbulences.
Continue reading

Posted in Belgio, Politica estera, Segnalazioni e approfondimenti | Tagged , | Leave a comment

5 Ragioni per dire no alla Legge Peeters

peetersIl Belgio nelle ultime settimane e’ in fermento. Si moltiplicano le manifestazioni e gli scioperi. Uno dei motivi della mobilitazione è l’opposizione delle forze sociali, sindacali e di alcuni Partiti di Sinistra alla proposta di legge Peeters che andrebbe a peggiorare gravementele condizioni di lavoro di migliaia di lavoratori. Ecco 5 ragioni per dire un secco NO alla legge Peeters

1) 100 ore addizionali che mettono fine alla settimana di 38 ore

La legge Peeters permetterà a tutti i datori di lavoro di negoziare 100 ore di lavoro addizzionali con ciascuno dei loro lavoranti. 100 ore supplementari all’anno, che fanno due ore supplementari alla settimana. Così l’orario medio settimanale viene coattamente portato a 40 ore. Questo pacchetto di 100 ore costituisce un nuovo sistema di orario, che si aggiunge al sistema giá esistente e può essere esteso fino a 360 ore all’anno se gli accordi di settore lo prevederanno. Va in deroga alla contrattazione collettiva esistente, si applica in maniera individuale, senza motivazione, senza controllo dei sindacati e non prevede recupero. L’unico limite è che l’orario giornaliero non puó superrare le 11 ore (!) e l’orario settimanale le 50 ore (!) Continue reading

Posted in Belgio, Liegi | Tagged , | Leave a comment